×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 814

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 562

Mugil - Cefalo

 

Famiglia - Mugilidae

Distribuzione geografica - Mediterraneo e in tutti mari temperati del mondo.

Descrizione - Il Mugil conta varie specie con caratteristiche simili. Il corpo è allungato e slanciato, adatto ad un nuoto veloce. La livrea è grigio-argentea, in alcune specie è presente una macchia color oro sull’opercolo. Rispetto alle sue dimensioni ha una bocca relativamente piccola.

Ambiente - Necessita di molto spazio libero per il nuoto specialmente in superficie  dove passerà la maggior parte del  tempo. Illuminazione buona.

Temperatura -  18° - 22° ,  tollera alte temperature e sbalzi di salinità estremi  visto che  è un pesce adattabile anche in acqua dolce.

Densità - 1023 -1025

Alimentazione - Mangia di tutto, lo si può nutrire con qualsiasi tipo di cibo sia secco che carneo. In quest'ultimo caso evitare di somministrare pezzi troppo grossi, in quanto, a causa delle ridotte dimensioni della bocca non riuscirebbe a mangiarlo specialmente con la presenza di altri pesci più voraci.

Comportamento - Pesce vivace, si ambienta facilmente in acquario,  non resta mai fermo e nuoterà per a maggior parte del tempo a pelo  d' acqua alla ricerca di ogni tipo di alimento.

Compatibilità - Pesce  pacifico, convive facilmente con altre specie. Evitare di immettere in vasca esemplari troppo piccoli con pesci predatori ( es. Scorfani, Perchia ecc.), finirebbero    per   essere   predati.

Cattura - Si può facilmente pescare lungo le coste, presso i moli dei porti con ami ( utilizzando come esca  pezzetti di gambero ) ma anche con retini a  maglie fitte specialmente in estate quando i piccoli nuotano a palo d'acqua.

Consigli personali - Essendo un pesce gregario sarà necessario allevare un gruppo di cefaletti di un paio di centimetri cercando di non nutrirli troppo. Raggiunta una certa taglia andranno liberati a mare per evitare di farli soffrire inutilmente in un ambiente ormai troppo ridotto rispetto alle loro dimensioni. In acquario non ha un bell'aspetto ma permette di dare movimento alla vasca e fondamentalmente svolge un'importantissima funzione di pulizia, essendo un ottimo " spazzino ". E' un pesce molto robusto, resiste a condizioni ambientali veramente precarie, quindi adatto a coloro che hanno poca esperienza.

Compatibilità - Pesce pacifico, convive facilmente con altre specie anche se potrebbe inseguire e beccare altri pesci. Gli esemplari adulti si acclimatano facilmente.

Cattura - Si può facilmente pescare lungo le coste rocciose e sabbiose, presso i moli dei porti con ami. Si consiglia di utilizzare ami abbastanza lunghi limando l' ardiglione e avendo cura durante il disinnesco di avere le mani bagnate al fine di limitare i danni. Utilizzeremo come esca  pezzetti di gambero  o di pesce (sarde). Si catturano abbastanza facilmente, addirittura afferrandoli con le mani se di piccole dimensioni. Quando è fuori dall'acqua emette dei grugniti.

Consigli personali - Pesce molto vorace e robusto, cresce molto rapidamente , si consiglia di inserirlo di piccole dimensioni. E' un vorace predatore di invertebrati, in poco tempo potrebbe frantumare  con i suoi grandi denti ogni cosa che si trovi davanti. Si consiglia di tenerlo in vasche prive di invertebrati per evitare situazioni spiacevoli. Trascorso il periodo di adattamento il pesce balestra si acclimata facilmente, anche di grandi dimensioni, al punto che sarà possibile anche accarezzarlo in superficie.

Letto 3576 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti