×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 562

Crenilabrus mediterraneus - Tordo rosso

 

 

Famiglia - Labridi

Distribuzione geografica - Mediterraneo  e Atlantico orientale; Si trova in bassi fondali delle coste rocciose  tra i sassi e le alghe e nelle praterie di Posidonia fino a 70 metri di profondità.

Descrizione - Corpo ovale alto e tozzo con bocca piccola e le labbra carnose. Le scaglie sono molto grandi. La pinna dorsale è unica, le pettorali e quella anale sono tondeggianti. La colorazione è molto varia: possono essere grigio-bluastri; rossastri e bruno-verdastri con macchie chiare disposte longitudinalmente sulla parte superiore dei fianchi .Ha una macchia nera sulla pinna codale. La gola è blu e la pinna dorsale e quelle pettorali sono azzurrine e gialle. Il maschio è più grande e raggiunge lalunghezza di 16 cm.

Ambiente - Necessità di ambienti rocciosi con vari nascondigli e grotte ricchi di vegetazione; molto spazio libero per il nuoto. Illuminazione  buona.

Temperatura -  18° - 21° , non tollera temperature troppo elevate.

Densità - 1025 -1027

Alimentazione - Si può nutrirlo facilmente con piccoli pezzi di gamberi, cozze e mangime secco. Un tipico atteggiamento dei tordi quando mangiano è quello di espellere dalle branchie i residui non commestibili.

Comportamento - Pesce solitario e territoriale, si ambienta facilmente in acquario e nuota molto volentieri. Come quasi tutti i tordi cercherà di mordere e  staccare le alghe del nostro acquario per cercare cibo o in alcuni casi come avviene in natura  per  preparare il nido.

Compatibilità - Pesce timido e pacifico, convive facilmente con altre specie.

Cattura - Si può facilmente pescare  lungo le coste rocciose, presso i moli dei porti e le scogliere a  strapiombo con nasse (consigliato) ma anche con ami. In quest'ultimo caso si consiglia di utilizzare ami piccoli limando l' ardiglione e avendo cura durante il disinnesco di avere le mani bagnate al fine di limitare i danni. Utilizzeremo come esca  pezzetti di gambero e vermi. E' possibile prenderlo anche con l'ausilio di un retino a maglie fitte quando si trova  mimetizzato tra le rocce.

Consigli personali -Pesce particolarmente indicato per l'allevamento in acquario che non ha nulla da invidiare ai cugini tropicali. E' una specie molto gregaria,  pacifica, adattabile facilmente alla vita in cattività e particolarmente in presenza di invertebrati delicati Evitare sbalzi di temperatura e stress da trasporto.

Letto 2766 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti