×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 562

Balistes carolinensis - Pesce balestra

 

Famiglia - Balistidae

Distribuzione geografica - Mediterraneo e Atlantico occidentale.

Descrizione -  Il corpo è alto, ovale e compresso, gli occhi sono grossi e molto mobili collocati in alto, le scaglie sono grosse e ruvide, il muso appuntito e la bocca piccola, con forti denti incisivi, la colorazione è grigio-azzurrata a pallini azzurri. I giovani hanno un colore più vivace. Raggiunge i 60 cm di lunghezza.

Ambiente - Necessità di ambienti sabbiosi e rocciosi con qualche nascondiglio, molto spazio libero per il nuoto e una buona illuminazione.  

Temperatura -  18° - 24° , sopporta anche temperature più elevate.

Densità - 1020 -1025

Alimentazione -  E' onnivoro si nutre di pesce, crostacei, molluschi  e ricci interi che riescono a stritolare senza problemi con le loro robuste mascelle in acquario si può nutrirlo con piccoli pezzi di gamberi, cozze .

Comportamento - Pesce vivace, si ambienta facilmente in acquario, nuota molto volentieri.

Compatibilità - Pesce pacifico, convive facilmente con altre specie anche se potrebbe inseguire e beccare altri pesci. Gli esemplari adulti si acclimatano facilmente.

Cattura - Si può facilmente pescare lungo le coste rocciose e sabbiose, presso i moli dei porti con ami. Si consiglia di utilizzare ami abbastanza lunghi limando l' ardiglione e avendo cura durante il disinnesco di avere le mani bagnate al fine di limitare i danni. Utilizzeremo come esca  pezzetti di gambero  o di pesce (sarde). Si catturano abbastanza facilmente, addirittura afferrandoli con le mani se di piccole dimensioni. Quando è fuori dall'acqua emette dei grugniti. 

Consigli personali - Pesce molto vorace e robusto, cresce molto rapidamente , si consiglia di inserirlo di piccole dimensioni. E' un vorace predatore di invertebrati, in poco tempo potrebbe frantumare  con i suoi grandi denti ogni cosa che si trovi davanti. Si consiglia di tenerlo in vasche prive di invertebrati per evitare situazioni spiacevoli. Trascorso il periodo di adattamento il pesce balestra si acclimata facilmente, anche di grandi dimensioni, al punto che sarà possibile anche accarezzarlo in superficie.

Letto 5063 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti