×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 562

Calcolo Consumo energetico in acquario

Vota questo articolo
(6 Voti)

Nella gestione di un acquario, oltre al costo di acquisto della vasca e degli accessori, la voce di spesa più rilevante che ogni acquariofilo deve sostenere è senza dubbio il costo dell'energia elettrica. Per questo motivo abbiamo realizzato un file Excel da poter eseguire direttamente online senza dover utilizzare software esterni. Inserendo per ogni utenza elettrica attiva il valore unitario dell'energia elettrica (watt) riportato sull'etichetta e della relativa fascia oraria giornaliera è possibile scoprire il consumo energetico di un acquario sia dolce che marino. Più dettagliati e precisi saranno i valori inseriti, più reali saranno i costi sostenuti per la gestione della vasca. I risultati non saranno mai affidabili al 100% ma solo indicativi. Considerate infatti che i consumi del riscaldatore o del refrigeratore sono variabili e dipendono anche dalla temperatura esterna che ne determina l'accenzione e di conseguenza il consumo. Per ridurre i costi, in particolare quelli per illuminazione, l'utilizzo dei led rappresenta un ottima alternativa ai neon e alle lampade HQI e l'installazione di un sistema di refrigerazione a ventole a 12 volt, già trattato nella sezione del fai fa te, può ridurre di 3-4 gradi la temperatura in acquario riducendo così i tempi di accensione del refrigeratore durante nei periodi estivi. Come in altri settori, l'acquariofilia sta mostrando un certo interesse al risparmio energetico, un elemento da non trascurare in un periodo storico come il nostro e in cui la crisi finanziaria ostacola la diffusione di questo hobby considerato da molti ormai un lusso.

 
Letto 6782 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti