×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 562

Acqua torbida in acquario

Vota questo articolo
(13 Voti)

Acqua torbida in acquario? I neofiti il più delle volte rimangono terrorizzati e infastiditi ma non c'è da preoccuparsi, è un fenomeno molto diffuso nella gestione dell'acquario sia in vasche in fase di maturazione che in acquari avviati già da diversi anni.

Le cause scatenanti possono essere diverse come vari sono i colori che l’acqua può assumere in questa fase.

Molto spesso l’acqua diventa torbida durante l’allestimento di nuovi acquari, dopo l’introduzione della sabbia, il più delle volte sciacquata in modo superficiale o inserita frettolosamente in vasca senza un preventivo lavaggio. In questo caso il pulviscolo microscopico può essere trattenuto con della lana di perlon e del carbone attivo e nei casi peggiori sarà necessario lavare nuovamente la ghiaia e il fondo della vasca sostituendo l'acqua presente

Una fioritura batterica può essere un’altra causa molto diffusa di intorbidimento dell’acqua. Un eccessiva somministrazione di cibo non consumato e depositato nel fondo o la presenza di piante e pesci in decomposizione può provocare questo fastidioso effetto chiamato anche "nebbia batterica". 

 

Acqua torbida acquario per invasione batterica

 

Uno dei metodi più utilizzati è quello di aumentare l'ossigenazione in vasca grazie all'ausilio di un buon aereatore o indirizzare una pompa di movimento verso l'alto in modo da creare un notevole movimento d'acqua in superficie tale da ostacolare la riproduzione e ridurre la conseguente proliferazione dei batteri in eccesso.

 

Nebbia batterica acquarioi

 

Altre volte l'acqua può assumere un colore verde più o meno intenso. Si tratta di un invasione di micro alghe dovuta ad un ambiente circostante troppo luminoso, un foto periodo troppo lungo o i per i motivi sopra evidenziati che hanno facilitato la proliferazione delle alghe. Per evitare questo problema è fondamentale posizionare la vasca in una zona della casa scarsamente illuminata e lontana da finestre o da altre fonti luminose e non eccedere con il fotoperiodo.

Si consiglia comunque di intervenire preventivamente tenendo l’acquario sempre pulito e rimuovendo in tempi brevissimi tutti i detriti presenti nel fondo o nascosti tra le rocce anche grazie all'ausilio di un aspiratore da utilizzare più volte a settimana.

 

Letto 19652 volte

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti