×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 562

Introduzione

Vota questo articolo
(1 Vota)

La soddisfazione e il gusto di reperire gli organismi della propria vasca direttamente a mare, rappresenta il principale motivo che spinge molti acquariofili, soprattutto appassionati di attività subacquee, ad allestire un acquario mediterraneo cercando di creare  in casa uno scorcio di Mare Nostrum. Nonostante la nostra penisola abbia a disposizione oltre 8000 km di coste, anche molto frastagliate quindi ricche di ambienti marini,  il numero dei mediterranisti è molto esiguo ( circa 8-10% ). E' davvero un peccato!!! Molti sottovalutano le bellezze del mediterraneo considerandolo di gran lunga inferiore al tropicale sia per colori che per  varietà di specie. Questo in realtà non è esatto!!! Certo, la maggior parte dei pesci tropicali ha una colorazione non paragonabile a quella dei cugini mediterranei ma è pure vero che alcuni possibili ospiti come tordi, sciarrani, scorfani e in particolare Thalassoma Pavo, Apogon Imberbis, Anthias Anthias ecc..  non sono da scartare, senza  nemmeno tralasciare  il fascino degli invertebrati nostrani. Si tratta di due habitat profondamente diversi certamente entrambi affascinanti.

marino mediterraneo

Un altro limite alla sua diffusione è dato dalla necessità di mantenere la temperatura dell'acqua, intorno ai 18-20° grazie all'ausilio di un refrigeratore in quanto solo i pesci e gli invertebrati della acque più superficiali tollerano temperature di 24-30° ( facilmente raggiungibili in estate). Per colmare in parte molti dubbi e nella speranza di avvicinare molti hobbisti alle meraviglie del nostro mare ho inserito alcuni articoli, credo interessanti, di carattere generale fino ad arrivare alla tecnica di allestimento e gestione della vasca.

Letto 4962 volte
Altro in questa categoria: La Vasca »
Devi effettuare il login per inviare commenti